FENAPRO E CONFCOMMERCIO BARI BAT: VENDEUSE CHE STUDIANO DA BEAUTY COACH, NON CHIAMATELE COMMESSE.


E’ giunto al termine a Bari, il percorso di qualificazione per il personale di profumeria “beauty coach”. Il corso della durata di quattro mesi, si è concluso nella sede della Confcommercio Bari-BAT, ed ha offerto spunti e suggerimenti per delineare la strada giusta che la profumeria tradizionale dovrà seguire. L’obiettivo è stato quello di rendere più consapevoli le beauty coach, del loro ruolo.

L’approccio alla clientela e i modelli di consiglio sono gli argomenti-chiave del corso rivolto alle commesse, con l’obiettivo di trasformarle in ‘beauty coach’. Il coach, per antonomasia, è una figura che ascolta, ancor prima di consigliare, e infatti le tecniche di ascolto attivo fanno parte del modulo formativo. Ascoltare significa anche saper leggere il comportamento non verbale perché quando la consumatrice cerca assistenza cambia la postura e l’orientamento degli occhi.  Una beauty coach deve saper condurre un’indagine dei bisogni della cliente, con opportune domande, nonché concludere l’esperienza nel tempo opportuno.

Pierpaolo Pessina docente che ha animato la discussione attraverso filmati, role-play ed esercitazioni volte a far emergere nel gruppo presente le aree critiche su cui lavorare per costruire al meglio il ruolo atteso, spiega- "per chi lavora in profumeria, la necessità di essere sempre più preparate e offrire un’attività di consulenza, è diventa una condizione essenziale, per una cliente oggi sempre più distratta. Una cliente entra in profumeria appena quattro volte l’anno, e più che mai oggi siamo bersagliati da internet e tanti elementi che ci distraggono dallo store abituale."

Il Beauty Coach, di cui Bari è una delle quattordici sedi ospitanti in Italia, ha lavorato sul ruolo reale di consulenza e sulle tecniche di consiglio, oltre che sul funzionamento del mercato indirizzato a tutti i collaboratori di profumerie.

Particolare attenzione è stata rivolta alle capacità di analizzare a fondo i bisogni espressi ed inespressi della cliente, allo scopo di evitare generalizzazioni o “chiusure precoci” della vendita a favore di una proposta più ampia in termini di link e cross-selling. Mission: creare un piano di consiglio a medio e lungo termine che fidelizzi la cliente nel tempo

Particolarmente soddisfatta Lucia Anna Pice presidente delle profumerie di Bari - BAT che nel ringraziare il Direttore di Confcommercio Bari BAT Leo Carriera, e il Presidente Nazionale FENAPRO Michelangelo Liuni, per questa possibilità, sottolinea la grande affluenza e partecipazione al corso nel capoluogo pugliese, che nulla ha da invidiare alle altre città come Milano. “Sicuramente da oggi, troveremo nelle profumerie professioniste ancora più qualificate. Ho visto grande entusiasmo e coinvolgimento nelle ore di lezione in cui i partecipanti sono stati coinvolti attivamente anche attraverso l’auto-analisi delle proprie competenze, creando il proprio piano personale di miglioramento”.

Alla fine del corso, i partecipanti hanno ricevuto un attestato di certificazione professionale.