Legge Regionale 3 novembre 2016 n. 30 relativa all’esposizione al RADON per tutti i luoghi di attività “aperte al pubblico” – Convenzione Confsviluppo Bari



La Legge Regionale del 3 novembre 2016 n. 30, in vigore dal 17/02/2017, prevede per tutti i luoghi di attività “aperte al pubblico”, l‘obbligo di verifica da parte del datore di lavoro esercente per 2 semestri della concentrazione del RADON. I risultati del monitoraggio con uso di dosimetri passivi da parte di laboratori autorizzati devono essere trasmessi, al termine dei due semestri di monitoraggio, al Comune di appartenenza all’ARPA Puglia.

In caso di mancato invio del monitoraggio effettuato e della conseguente relazione tecnica entro il termine massimo di agosto 2018, il Comune DEVE sospendere il certificato di agibilità dei locali e conseguente sospensione dell’attività esercitata.

Appare quindi evidente che le aziende con locali aperti al pubblico devono iniziare immediatamente il monitoraggio per due semestri al fine di poter rispettare l’obbligo di scadenza.

L’obbligo di monitoraggio NON è limitato ai soli locali interrati/seminterrati ma a tutti i locali aperti al pubblico.

Ciò premesso, è stata stipulata con Confsviluppo Bari una convenzione al fine di consentire il rispetto degli obblighi normativi e soprattutto il rispetto dei termini.

Per ulteriori chiarimenti e per conoscere la convenzione suddetta, è possibile rivolgersi presso la sede Confcommercio del proprio comune di appartenenza oppure presso gli uffici provinciali di Confcommercio Bari – B.A.T. sita in Bari alla Via Amendola 172/C – tel. 080/5481776 – 080/5481110 – email: segreteria@confcommerciobari.it